Sabato, 25 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Consumatori MODELLO 730: DETRAZIONE IRPEF DEL 20% PER FRIGORIFERI, CONGELATORI, MOBILI, TV E PC

MODELLO 730: DETRAZIONE IRPEF DEL 20% PER FRIGORIFERI, CONGELATORI, MOBILI, TV E PC


modello730detrazion20irpef.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Modello 730: Detrazione Irpef del 20 per Frigoriferi, Congelatori, Mobili, tv e pc | Dichiarazione dei redditi | Contribuenti |

Siamo oramai in dirittura d'arrivo per quanto riguarda le scadenze di presentazione del modello 730 per la dichiarazione dei redditi. Come abbiamo precisato nel nostro articolo di presentazione del modello 730, l termini di presentazione sono due: il 30 aprile per chi si rivolge al proprio datore di lavoro o ente pensionistico e il 31 maggio per chi consegna il 730 ad un Caf o a un professionista abilitato (commercialista, consulente del lavoro).
Oggi vogliamo approfondire il tema del bonus riservato agli acquisti di alcune categorie di beni oggetto di detrazione irpef. Si tratta dei frigoriferi e congelatori a basso consumo acquistati in sostituzione di vecchi modelli, dei motori ad alta efficienza ed inverter e dei mobili, elettrodomestici, tv e computer acquistati per l'arredo di case per le quali si usufruisce del bonus ristrutturazioni.
Nel modello 730 queste categorie di beni sono inserite nella sezione IV del quadro E, al rigo E37. Sono presenti 4 categorie di spesa oggetto del bonus:

  1. la sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro combinazioni
  2. l'acquisto di motori ad elevata efficienza
  3. l'acquisto di variatori di velocità
  4. l'acquisto di mobili, elettrodomestici, apparecchi televisivi e computer.
Vediamo in dettaglio cosa prevedono le norme tributarie


FRIGORIFERI E CONGELATORI
Colonna 1 rigo E37
Viene concessa una detrazione del 20% del costo sostenuto per la sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro combinazioni con apparecchi di classe energetica non inferiore ad A+. L'importo massimo agevolabile è 1000 euro,per una detrazione massima di 200 euro. E 'possibile tenere conto nei costi sostenuti anche delle spese connesse al trasporto, montaggio e “smaltimento” dei vecchi modelli, sempre nel limite massimo di 1000 euro.
Il contribuente deve documentare la spesa tramite fattura e scontrino parlante, dove deve risultare anche la classe energetica del nuovo elettrodomestico (non inferiore ad A+). E' necessaria anche una autocertificazione in cui si attesta il tipo di elettrodomestico dismesso, le modalità di rottamazione e l'impresa che lo ha ritirato.


MOTORI AD ELEVATA EFFICIENZA E VARIATORI DI VELOCITÀ
Colonna 2 e 3 del rigo E37
Viene concessa una detrazione del 20% per le spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di motori ad elevata efficienza di potenza elettrica compresa tra 5 e 90 Kw anche in sostituzione di motori esistenti, e l'acquisto di variatori di velocità (inverter). La normativa di riferimento (decreto interministeriale 9/4/2008decreto
interministeriale 9/4/2008) indica i limiti di spesa massima agevolabile, ovvero 7500 euro per apparecchio. Ne deriva che l'importo massimo della detrazione è pari a 1500 euro per motore o variatore di velocità.
Il contribuente deve documentare l'acquisto tramite la fattura che deve indicare la potenza e i codici di identificazione dei singoli motori e la copia della certificazione del produttore del motore. La detrazione spetta per le spese sostenute fino a tutto l'anno corrente ma il diritto alla detrazione è subordinato all'invio, mediante il sito internet dell'Enea, dell'apposita scheda di raccolta dati, entro il 28 febbraio dell'anno successivo a quello di sostenimento della spesa,

Collegamenti Sponsorizzati

MOBILI, ELETTRODOMESTICI, TELEVISORI E COMPUTER
Colonna 4 del rigo E37.
Viene concessa una detrazione del 20% delle spese sostenute per l'acquisto di alcune categorie di prodotti nel periodo che va dal 7 febbraio al 31 dicembre 2009. Condizione per la detrazione è che questi beni devono essere destinati all'arredo di immobili per i quali il contribuente fruisce della detrazione del 36% per interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati non prima del 1° luglio 2008. Nello specifico (circolare 35/2009 ) si intendono i lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia.
La spesa massima agevolabile complessiva è 10000 euro per ogni unità immobiliare ristrutturata L'acquisto, inoltre, va perfezionato tramite bonifico bancario o postale, dal quale deve risultare la causale del versamento, il codice fiscale di chi paga e quello (o la partita Iva) del destinatario delle somme. Il beneficio deve essere ripartito in cinque quote annuali di pari importo. Il contribuente dovrà indicare nel 730 l'intera spesa sostenuta, mentre il soggetto che presta assistenza fiscale si occuperà di suddividere la detrazione spettante in cinque rate.
  [Via: FiscoOggi.itFiscoOggi.it ]
CondividiCondividi


RISORSE:
Modello 730: Detrazione Irpef del 20 per Frigoriferi, Congelatori, Mobili, tv e pc | Dichiarazione dei redditi | Contribuenti |

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente blmurchblmurch di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed