Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Consumatori RISCALDAMENTO: IN ITALIA TARIFFE SONO SUPERIORI DEL 36% RISPETTO ALLA MEDIA EUROPEA

RISCALDAMENTO: IN ITALIA TARIFFE SONO SUPERIORI DEL 36% RISPETTO ALLA MEDIA EUROPEA


federiscaldamento0811.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nei giorni scorsi abbiamo visto che secondo il CTCU l'inverno 2010 costerà fino a 200 euro in più per quanto riguarda le spese di riscaldamento, rispetto a cinque anni fa. Essendo quella per il riscaldamento una spesa a cui gli italiani difficilmente rinunciano, come ci ha dimostrato Altroconsumo, torniamo a parlare dell'argomento per presentare i risultati di un'indagine di Federconsumatori (e Adusbef) sui costi per il riscaldamento domestico dei cittadini europei. Come spesso accade a noi italiani tocca un primato poco invidiabile, ovvero quello dello Stato con le tariffe più alte.
Infatti, secondo quanto emerso dalle elaborazioni dell’O.N.F., Osservatorio Nazionale Federconsumatori, sulla base dei dati forniti dal Ministero dello sviluppo economico, la tariffa media dei 16 paesi europei è inferiore del 7% rispetto a quelle italiane. Se inseriamo anche le imposte, la tariffa media europea è inferiore di quella italiana di oltre un terzo (36%).
In tutti i paesi europei, dunque, il costo del riscaldamento è più contenuto rispetto a quello italiano: in Francia i consumatori spendono una quota inferiore del 39% considerando anche le imposte (5% al netto delle imposte), in Germania del 41% (8% al netto delle imposte) e in Spagna del 40% (10% al netto delle imposte). Cifre che, secondo le associazioni dei consumatori, rendono evidenti il ricorso a pratiche speculative nei confronti dei consumatori ed uno smodato peso fiscale.
Alla luce delle tariffe analizzate, dunque, una famiglia italiana che consuma in media 1.000 litri di gasolio annui per il riscaldamento domestico è costretta a sborsare 1165 euro, ovvero ben 452 euro in più rispetto ad una famiglia francese con analoghi consumi, 474 euro in più di una famiglia tedesca e 463 euro in più di una famiglia spagnola.
Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti rispettivamente di Federconsumatori ed Adusbef, sottolineano come questo sia, purtroppo, l’ennesimo primato negativo dell’Italia. Una disparità intollerabile che necessita di un urgente intervento del Governo a difesa dei consumatori italiani per i quali il prezzo del gasolio da riscaldamento è notevolmente maggiorato rispetto al resto d’Europa.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Le due associazioni dei consumatori auspicano degli interventi governativi mirati a scongiurare le logiche speculative alla base del così evidente rialzismo, una diminuzione della pressione fiscale, anch’essa al primo posto tra i paesi europei, ed un generale miglioramento del sistema di distribuzione attraverso una seria azione di contrasto nei confronti delle inefficienze.
Sempre in proposito di ineffcienze legate ai costi di riscaldamento, ricordiamo in chiusura, le parole dell'ex presidente dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il gas, Alessandro Ortis, durante l'ultima relazione annuale, in cui sottolineò che per migliorare le inefficienze nel settore del gas italiano, occorreva eliminare la posizione dominante nel mercato di ENI (che detiene il 92% della capacità infrastrutturale). Uno scenario più vicino in quanto Eni ha sottoscritto con l'Europa, accordi per la cessione delle partecipazioni di tre gasdotti transnazionali che trasportano gas in Italia.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente Simone PirozziSimone
Pirozzi di flickr per l'immagine

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed