Lunedi, 17 Febbraio 2020

Back ECONOMIA Categorie Consumatori SALDI ESTIVI: IL CALENDARIO UFFICIALE REGIONE PER REGIONE E I CONSIGLI DEI CONSUMATORI

SALDI ESTIVI: IL CALENDARIO UFFICIALE REGIONE PER REGIONE E I CONSIGLI DEI CONSUMATORI


saldiestiviferdcod010.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Saldi Estivi: il Calendario Ufficiale Regione per Regione e i Consigli dei Consumatori | Risparmio | Famiglie |

Si avvicinano i tradizionali saldi estivi, un’occasione che ogni anno migliaia di italiani non si lasciano sfuggire per fare shopping a prezzi notevolmente ribassati rispetto ai mesi precedenti.
In situazioni di crisi quale quella attuale, la tendenza dei consumatori ad attendere periodi in cui è possibile acquistare in maniera più conveniente è notevolmente accentuata, ed il lancio dei saldi per l’estate 2010 rappresenta un’interessante opportunità tanto per gli acquirenti che per i commercianti che hanno inevitabilmente risentito del calo dei consumi.
Come consuetudine, le regioni italiane non inizieranno a proporre i saldi nel medesimo giorno; ad aprire la stagione degli sconti estivi sarà la città di Torino, in cui sarà possibile acquistare a saldi in maniera ufficiale già dal 1 luglio.
Il giorno seguente, venerdì 2 luglio, sarà il turno di Campania e Basilicata, mentre il 3 luglio vedrà l’apertura dei saldi in ben 12 regioni: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia e Umbria.
Mercoledì 7 luglio saranno avviati i saldi in Toscana, martedi 8 luglio in Sardegna, il 9  luglio in Liguria, il 10 luglio in Valle d’Aosta; piuttosto posticipato l’inizio degli sconti nel Trentino Alto Adige e nel Veneto, rispettivamente fissato per il 15 ed il 17 luglio. Le promozioni dureranno indicativamente 2 mesi, ed in ogni caso non supereranno la data del 30 settembre.
I commercianti non sembrano nutrire particolari aspettative per i saldi estivi 2010; proprio per questa ragione, tuttavia, il consumatore potrebbe usufruire di proposte ancora più vantaggiose rispetto ai saldi precedenti, oltre che ad altre agevolazioni quali orari di apertura più comodi, soprattutto nelle località turistiche, dove sono sempre più adottati gli orari di apertura anche notturni.
Per evitare di incappare in truffe o raggiri valgono i consigli di sempre: verificare gli attuali prezzi degli articoli per poi confrontarli con le tariffe scontate all’avvio dei saldi, prestare attenzione alla qualità del capo per evitare che si possa trattare di merce custodita in magazzino da diverse stagioni, conservare sempre lo scontrino fiscale e prestare massima attenzione a ciò che si acquista soprattutto se il negozio nega la possibilità di cambiare la merce.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


I COMMENTI DEI CONSUMATORI
Federconsumatori
Federconsumatori
preannuncia una stagione dei saldi “glaciale”, come già quella invernale, quando la stessa associazione dovette correggere la propria previsione al ribasso dal -5% al -11% rispetto al 2008. Le stime per la stagione estiva dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori prevedono una contrazione delle vendite a saldo tra il -10% ed il -15% rispetto alla stagione dei saldi estivi dello scorso anno. Solo il 40% delle famiglie approfitterà della stagione dei saldi, per una spesa media di 1 miliardo e 400 mila euro, vale a dire in media una spesa di 146 euro a famiglia (58 euro pro capite). L'associazione vista la situazione dei consumi auspicherebbe una liberalizzazione dei saldi o quantomeno un ampliamento della durata. Come di consueto Federconsumatori non ha mancato di fornire una serie di consigli utili per i consumatori che vogliano approfittare dei saldi. A questo indirizzo potrete trovare una lista sempreverde per i saldi di Federconsumatori.
Il CodaconsCodacons prevede una situazione leggermente migliore rispetto a quella di Federconsumatori con acquisti stabili o in lieve calo rispetto a quelli del 2009. Per quanto riguarda le stime di spesa l'associazione prevede una spesa a famiglia che si aggira intorno ai 180 euro, mentre la percentuale di coloro che usufruiranno dei saldi è compresa tra il 45% e il 50% in linea con quanto previsto da Federconsumatori. Interessante lo spunto dell'associazione in merito all'andamento climatico delle vendite. Secondo il Codacons, infatti, in caso di weekend con bel tempo i consumatori preferiranno le spiagge alle code nei negozi, una circostanza che potrebbe determinare una flessione delle vendite tra il 3% e il 5%. Anche per questa ragione il Codacons ritiene che i saldi estivi debbano essere anticipati al mese di giugno

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente stumayhewstumayhew di flickr per l'immagine

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed