Lunedi, 20 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Consumatori SOSTITUZIONE GRATUITA DEI CONTATORI DEL GAS

SOSTITUZIONE GRATUITA DEI CONTATORI DEL GAS


contatore gas.gif

Le campagne di comunicazione sociale delle compagnie energetiche sono sempre all'insegna della tecnologia e  rilanciano l'immagine di un futuro, in cui siamo proiettati dall'efficienza dei servizi offerti. Capita poi però, che sia il presente a fare acqua da tutte le parti, o sarebbe meglio dire gas, visto che l'argomento di oggi riguarda lo scandalo dei contatori “truccati”. A dir la verità, la notizia risale a qualche mese fa, quando su istanza della procura di Milano, un perito rilevò su un campione piccolo, ma significativo, la non perfetta taratura di alcuni contatori del gas. Ho usato questo simpatico giro di parole per definire, in realtà, un fenomeno piuttosto grave, ovvero la possibilità che i contatori del gas, costruiti con membrane di materiale non sintetico (non tutti quindi ma solo quelli con membrana naturale), conteggino al cliente finale un volume di gas maggiore rispetto a quello effettivamente erogato. I dati sul campione rilevano una perdita media del 6% con perdite che raggiungono anche il 15%. Pensate, anni a dare la colpa delle bollette salate al caro petrolio e alla tasse, quando parte del peso delle bollette potrebbe essere imputabile al malfunzionamento dei contatori del gas. Per far fronte a questo problema, l'Autorità per l'Energia ha disposto la sostituzione gratuita, in tempi brevi e definiti, del contatore che non funziona correttamente e la riduzione dei costi di verifica del contatore, anche nel caso i controlli ne rilevino il corretto funzionamento.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Queste misure di tutela dei consumatori hanno esisti differenti a seconda dell'andamento dei controlli sui contatori e dell'anzianità egli stessi. Qualora il controllo dia esito negativo, ovvero il contatore non misuri correttamente la quantità di gas erogata, il consumatore ha diritto alla sostituzione gratuita entro dieci giorni dall'invio del rapporto stilato dal perito. In più il distributore dovrà effettuare una ricostruzione dei consumi effettivamente forniti e rimborsare ai consumatori gli eventuali addebiti di gas erroneamente richiesti in bolletta. Nel caso inverso, ovvero se il contatore rileva una quantità di gas inferiore a quella erogata, nulla sarà richiesto al consumatore a patto che il contatore abbia almeno 25 anni. Nel caso in cui la verifica attesti il corretto funzionamento del contatore del gas, al consumatore finale verrà richiesta una spesa per il costo di controllo pari a 5 euro (invece dei 40 solitamente previsti), in funzione dell’anzianità del contatore e nel caso in cui la verifica non sia già stata fatta nei 5 anni precedenti. L'applicazione del costo ridotto di 5 euro per la verifica dei contatori del gas, segue le seguenti disposizioni temporali:

  • 1° giugno 2008 per i contatori  fabbricati fino al 1965;
  • 1° gennaio 2009 per contatori fabbricati fino al 1970;

  • 1° luglio 2009 per contatori fabbricati fino al 1975;

  • 1° gennaio 2010 per contatori per contatori fabbricati fino al 1980;

  • 1° luglio 2010 per tutti i contatori fabbricati fino a 25 anni prima della data di richiesta della verifica

I consumatori hanno diritto ad ottenere il controllo e l'esito della verifica sui misuratori del gaso entro un tempo massimo stabilito di 180 giorni, scaduto il quale scatterà un indennizzo automatico di 30 euro a favore dei consumatori. Tuttavia esistono particolari condizioni, anch'esse previste, che scagionano il distributore dal pagamento dell'indennizzo. Per queste ed altre informazioni, vi invito a fare riferimento al comunicato ufficiale dell'Autorità per l'energia elettrica e il Gas.

CREDIT
Si ringrazia l'utente medico Maceti (detto anche Ennio Dwenthi) di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed