Venerdi, 19 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Consumatori TASSA SUI RIFIUTI: IL GOVERNO RESTITUISCE ALLA TIA IL RUOLO DI TARIFFA, MA I RIMBORSI VANNO AVANTI

TASSA SUI RIFIUTI: IL GOVERNO RESTITUISCE ALLA TIA IL RUOLO DI TARIFFA, MA I RIMBORSI VANNO AVANTI


tassaiginerifiutiman.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Tassa sui Rifiuti il Governo restituisce alla TIA il Ruolo di Tariffa ma i Rimborsi Vanno Avanti | Consumatori | Manovra Economica |

Qualche tempo fa abbiamo introdotto la questione della tassa sui rifiuti, o meglio della Tariffa Integrata Ambientale (TIA). Nel nostro articolo riportavamo l'iter burocratico di quella che nella sostanza è una tassa ma viene presentata ai consumatori come una tariffa soggetta ad IVA. Quella che può apparire come una differenza di poco conto, nella sostanza potrebbe portare lo stato a dover risarcire ai consumatori cifre vicino al miliardo di euro (secondo le stime di Federconsumatori). La situazione nel frattempo ha subito qualche evoluzione.
Nella recente manovra finanziaria il governo ha introdotto una disposizione interpretativa (art.14, comma 33 della manovra economica) in cui si legge che la Tia non è un'entrata tributaria ma un corrispettivo a cui è applicabile l'Iva. In più tutte le controversie attivate dopo l'approvazione della manovra (25 maggio 2010) andranno risolte davanti al giudice ordinario e non a quello tributario. In sostanza si sarebbe tentato di rimettere la maschera di tariffa alla Tassa che era stata smascherata dalla sentenza n 238 della Corte Costituzionale (del luglio 2009) che, nella fattispecie, aveva dichiarato illegittima l'Iva in quanto non è possibile pagare una tassa (l'Iva appunto) su di un'altra tassa (la Tia).
Per cui tutte le battaglie e i proclami dei consumatori saranno così soffocati sul nascere, con un tratto di penna? Nemmeno per sogno, almeno così parrebbe.
Il comma 33 dell'articolo 14 fa riferimento, infatti, alla tariffa “di cui all'articolo 238 del decreto legislativo del 3 aprile 2006, n. 152” che però, secondo l'AducAduc (associazione per i diritti degli utenti e consumatori) è la tariffa del codice dell'ambiente che non è ancora applicata, perché mancano i decreti attuativi. Mentre la tariffa oggi applicata è la cosiddetta Tariffa Ronchi, prevista dal decreto legislativo 22/97 all'articolo 49.
Si tratta dunque di due prelievi differenti che fanno capo a due diverse normative. Per di più la sentenza della Corte Costituzionale di cui parlavamo prima, stabilisce lo status di tassa alla tariffa Ronchi, quella attualmente in vigore. Da quanto emerge perciò anche se per legge viene riconosciuto nuovamente lo status di Tariffa alla Tia, nulla cambierebbe sul fronte rimborsi IVA perché la tariffa di cui al comma 33 dell'art 14 non è quella che i consumatori hanno pagato fino ad ora e stanno pagando per i rifiuti.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Aduc perciò invita i consumatori a procedere con la richiesta dei rimborsi nei confronti del gestore dei servizi (per quanto pagato e nel caso faccia ancora pagare l'Iva). Nella pratica andrà richiesto il rimborso tramite raccomandata A/R di messa in mora, in via cartacea o se disponibile tramite posta elettronica certificata e in caso non si ottenga il rimborso, rivolgersi al giudice tributario.
Anche FederconsumatoriFederconsumatori ha invitato i cittadini a non demordere e rilancia la campagna per la richiesta dei rimborsi per i 17 milioni di cittadini coinvolti e per la sospensione dell'applicazione dell'Iva sulla Tia. L'associazione, pur non rilevando il “disguido” normativo messo in luce dall'Aduc, ha invitato polemicamente il governo a “
occuparsi di questioni ben più stringenti e dei problemi che affliggono realmente il Paese”

  [Via: Testo Completo ManovraTesto Completo Manovra ]


 

 

RISORSE:

Tassa sui Rifiuti il Governo restituisce alla TIA il Ruolo di Tariffa ma i Rimborsi Vanno Avanti | Consumatori | Manovra Economica |

 

CONSIGLI PER RISPARMIRE IN CASA

 


CREDIT
Si ringrazia l'utente evilnickevilnick di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed