Martedi, 22 Ottobre 2019

Back CREDITO Categorie Credito GUERRA ALLE CARTE REVOLVING: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE E I CONSIGLI UTILI DEI CONSUMATORI

GUERRA ALLE CARTE REVOLVING: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE E I CONSIGLI UTILI DEI CONSUMATORI


consumatoricarterevolving.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Guerra alle Carte Revolving: il Punto della Situazione e i Consigli Utili dei Consumatori | Associazioni | Banca d'Italia | tassi di interesse |

Negli ultimi tempi si è sentito spesso parlare del tema delle carte revolving, visti i provvedimenti della Banca D'Italia nei confronti di American Express e Fiditalia in seguito alle indagini della procura di Trani. Per questa ragione abbiamo deciso di tornare sull'argomento per fare un po' il punto della situazione. Innanzitutto è bene ricordare che le carte di credito revolving sono degli strumenti di pagamento che permettono un rimborso rateale delle spese compiute. Il meccanismo è piuttosto semplice, si acquista oggi e si rimborsa l'importo a rate (generalmente mensili). I problemi nascono soprattutto in relazione all'analisi dei tassi di interessi praticati e della mora. Nei giorni scorsi Bankitalia ha imposto ad American Express  il blocco per l'emissione di nuove carte di credito, in seguito ad un o un'ispezione intrapresa a seguito dell'inchiesta giudiziaria della Procura di Trani.
Le irregolarità riscontrate a carico di Amex (America Express) riguardano le normative sull'usura, il riciclaggio e la trasparenza. Nello specifico pare che siano state riscontrate irregolarità circa la mancata verifica e registrazione della clientela da parte dell’intermediario finanziario, l’utilizzo di nominativi di comodo e la mancata comunicazione al cliente del limite di disponibilità del credito.
Il blocco,attivo dal 12 aprile è valido per le carte di credito di nuova emissione, non per quelle già in circolazione e per i vecchi clienti. Lo stop sarà rimosso quando verranno sanate le irregolarità. Ma Amex non è l'unica ad aver subito il blocco delle proprie carte. La Banca D'Italia ha emesso sanzioni anche contro Fiditalia per il quale è stato disposto il blocco della carta revolving denominata Eureka, l'erogazione di alcune tipologie di prestiti personali, nonché la distribuzione di prodotti creditizi attraverso la piattaforma telefonica. In più è stato proibito a Fiditalia di di abbinare prodotti assicurativi a finanziamenti di importi pari o inferiori ad € 2.000,00 e di durata pari o inferiore a 18 mesi.

 

INCHIESTA DI TRANI
Queste misure si inseriscono nel più ampio filone di indagine condotto dalla procura di Trani che ha portato alla luce quello che le associazioni dei consumatori denunciano da tempo. Ovvero tassi di interesse e di mora, in caso di mancato pagamento, al limite dell'usura. Dalle perizie della Procura di Trani è emerso, infatti, che i tassi di alcune carte revolving hanno raggiunto il 54,21%, cioè più del doppio di quanto ammesso dalla Banca D'Italia per il credito finalizzato all'acquisto con rimborso rateale (25,68%)

 

REAZIONI DEI CONSUMATORI
Come prevedibile le reazioni delle associazioni dei consumatori non si sono fatte attendere. FederconsumatoriFederconsumatori e Adusbef in attesa di verificare le condizioni per una class action hanno messo a disposizione dei moduli da compilare per ottenere i risarcimenti dei danni subiti (adusbef) e i propri consulenti (federconsumatori) per assistere gli utenti danneggiati. da tali tassi usura. Anche il CodaconsCodacons si è detto disponibile all'avvio di una class action,visto che sono anni che la stessa associazione denuncia le pratiche scorrette perpetrate nel settore,in cui i consumatori “giocano la parte delle prede da sbranare”. Il  Movimento Difesa del Cittadino della PugliaMovimento
Difesa del Cittadino della Puglia ha annunciato che si costituirà parte civile presso la Procura di Trani.

Collegamenti Sponsorizzati

COSA POSSONO FARE I CONSUMATORI PER PREVENIRE I PROBLEMI...
Cosa devono fare i consumatori dunque per tutelarsi ed evitare problemi con l'utilizzo delle carte di credito revolving? Innanzitutto è necessario capire bene come funzionano le carte revolving e leggere attentamente il contratto prima di sottoscriverlo. Alle volte dietro proposte allettanti possono nascondersi tassi di interesse come quelli indicati in questo articolo o penali particolarmente esose per ritardi nei pagamenti.
Se pensate che tutto sommato ci si può fidare, sappiate che Altroconsumo, non più di qualche mese fa, ha denunciato dieci società emittenti carte revolving perché nei contratti erano presenti clausole vessatorie che permettevano il cambio unilaterale delle condizioni contrattuali o limitavano il diritto di recesso. E' importante, poi, valutare l'opportunità di una carta revolving, che può risultare uno strumento utile ma sicuramente non necessario per la maggior parte dei consumatori. Per cui, qualora sappiate che difficilmente utilizzerete questo tipo di strumento di pagamento, il nostro consiglio è quello di evitare di sottoscrivere contratti di utilizzo,anche se gratuiti o apparentemente gratuiti.


... E IN CASO DI PROBELMI
Nel caso in cui a qualche consumatore sia capitato di essere titolare di una carta revolving senza averne fatto richiesta, il coordinamento Confconsumatori Federazione Provinciale di Brindisicoordinamento
Confconsumatori Federazione Provinciale di Brindisi consiglia di:


  • “Fotocopiare la carta ricevuta, rimandarla al mittente dopo averla resa inutilizzabile e diffidare la società emittente a non addebitare alcuna somma, a qualsiasi titolo, per la revolving”;

  • “Informare dell’accaduto anche l’Antitrust, la quale lo scorso anno ha sanzionato, primarie società finanziarie per pratiche commerciali scorrette nel settore delle carte revolving”

Ai titolari di carte revolving che abbiano subito l'applicazione di interessi superiori alla soglia dell'usura in caso di rate inadempiute, confconsumatori consiglia di  

  • “Effettuare dei conteggi dettagliati per verificare i tassi di interesse applicati, al fine di verificare se vi siano gli estremi per chiedere la restituzione delle somme illegittimamente pagate. In tal caso sarà necessario anche”

  • “Inviare una diffida alla società che ha emesso la carta revolving chiedendo la restituzione del maltolto”

Per ulteriori informazioni Confconsumatori invita i consumatori a rivolgersi al numero verde istituito dall’Antitrust (800 166 661) o alla sede dell'Associazione.

    CondividiCondividi

Guerra alle Carte Revolving: il Punto della Situazione e i Consigli Utili dei Consumatori | Associazioni | Banca d'Italia | tassi di interesse |

RISORSE:

Guerra alle Carte Revolving: il Punto della Situazione e i Consigli Utili dei Consumatori | Associazioni | Banca d'Italia | tassi di interesse |

Guerra alle Carte Revolving: il Punto della Situazione e i Consigli Utili dei Consumatori | Associazioni | Banca d'Italia | tassi di interesse |

 

 


 


CREDIT
Si ringrazia l'utente  v i p e z v
i p e z di flickr per l'immagin
e


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed