Mercoledi, 13 Novembre 2019

Back CREDITO Categorie Credito GUIDA AI CONTI CORRENTI: CONTO BARCLAYS ABSOLUTE E ABSOLUTE PLUS

GUIDA AI CONTI CORRENTI: CONTO BARCLAYS ABSOLUTE E ABSOLUTE PLUS


barclays6.gif

Con l’appuntamento odierno, si chiude il nostro breve viaggio attraverso il mondo dei conti correnti Barclays. Un’offerta che, abbiamo sottolineato più volte, si è dimostrata davvero varia e completa. Oggi parleremo del Conto Absolute e della sua “deviazione” Plus, il top della gamma Barclays. Le caratteristiche dei due conti sono molto simili. Il canone è pari a 100 euro annuali per l’Absolute Plus e 200 per l’Absolute, a fronte di un tasso di interesse creditore pari all’Euribor meno uno spread dello 0,5%, due carte di credito Oro, due carte Pago Bancomat, il dossier titoli, il servizio di Phone e Internet Banking, la domiciliazione delle utenze domestiche, prelevamenti in area Euro illimitati.Parlare del conto Absolute è davvero facile. In realtà, infatti, il canone annuo di 200 euro comprende tutti i costi e tutti i servizi disponibili. Pertanto sarà possibile ottenere l’intera gamma di strumenti di pagamento (due carte di credito Barclays Gold) e due carte Bancomat Internazionali Pago Bancomat Cirrus / Maestro e l’intera operatività in area Euro (compresi i prelevamenti gratuiti illimitati, che peccano invece in altri rapporti Barclays con un limite di 50 operazioni). La nota dolente è anche in questo caso il tasso creditore, pari all’Euribor meno uno spread dello 0,50%. In attesa di rialzi nel tasso di riferimento, la remunerazione delle giacenze sarebbe davvero insignificante.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Anche in questo caso sarebbe stato opportuno, per lo meno per questi rapporti di fascia elevata, prevedere un tasso di interesse creditore minimo basato su un livello fisso. Discorso similare per il conto Absolute Plus. Barclays infatti riserva uguali caratteristiche per la versione “più”, con uno sconto del 50% sul canone annuo. La ragione è presto detta: per accendere un conto Absolute Plus è necessario aver investito almeno 30.000 euro, o aver sottoscritto un piano di accumulo capitale di almeno 6.000 euro annui, dimostrando pertanto una maggiore fidelizzazione all’istituto di credito (e una maggiore contribuzione al suo conto economico!). Altro elemento positivo sono i bolli. Nel canone sono infatti incluse le imposte di bollo, per un valore complessivo di circa 68 euro. Insomma, per chi vuole il top da Barclays, ci pare che i conti Absolute facciano al caso. Il rischio è tuttavia quello di avere un conto corrente perfino esagerato rispetto alle reali necessità. Meglio valutare con attenzione le proprie esigenze finanziarie e di servizio.

 

Voto: 6,5/10

 

ANALISI DEI PRINCIPALI CONTI CORRENTI:

  1. Guida Ai Conti Correnti: Conto Barclays Absolute e Absolute Plus

 

NOTE
In passato Roberto ha già affrontato il tema del conto corrente bancario
, mettendo a punto un'utile guida in dieci puntate sulle possibilità di risparmio nella gestione del conto corrente. Tra gli argomenti trattati, svariati consigli su come risparmiare sull'imposta di bollo, sulle spese di estratto conto e di gestione di bancomat e carte di credito (tradizionali e revolving). In più la guida tratta in modo semplice e preciso anche argomenti come il risparmio in relazione ai bonifici bancari, alla domiciliazione delle bollette domestiche su conto corrente e all'apertura e gestione di un conto deposito titoli

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed