Venerdi, 16 Novembre 2018

Back CREDITO Categorie Credito USURA: SCADENZE FISCALI E PROBLEMI FINANZIARI STRINGONO IL SUD NELLA MORSA DEGLI STROZZINI

USURA: SCADENZE FISCALI E PROBLEMI FINANZIARI STRINGONO IL SUD NELLA MORSA DEGLI STROZZINI


usuracgia309.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Usura: Scadenze Fiscali e Problemi Finanziari Stringono il Sud nella Morsa degli Strozzini | Cgia | Accesso al Credito |

Poco più di una settimana fa abbiamo presentato il rapporto di Contribuenti.it, tenuto in occasione del convegno”Usura e Fisco” in cui emergeva come il sovra indebitamento delle famiglie del Sud sia cresciuto del 156,2% nell'ultimo anno, mentre l'Usura è aumentata del 117,6%. L'occasione di tornare sull'argomento ci viene offerta dall'Ufficio Studi della Cgia di Mestre, che ha analizzato il grado di diffusione del fenomeno usura nel nostro Paese. L'associazione ha effettuato un'elaborazione in cui sono stati messi a confronto 8 indicatori rappresentavi di tutte le situazioni favorevoli alla diffusione dello strozzinaggio, dalla cui combinazione statistica è stato individuato l'indice del rischio usura.
Il principio di base è lo stesso utilizzato da Eurispes, nella sua indagine “L’usura: quando il “credito” è nero”, dove è stato realizzato un indice di rischio usura (IRU) a partire dall'analisi di quattro tipologie di variabili del contesto socio-economico. Anche se ovviamente la combinazione delle variabili è differente nei due studi.

Gli 8 indicatori presi in considerazione dalla Cgia di Mestre sono : la disoccupazione, i fallimenti, i protesti, i tassi di interesse applicati, le denunce di estorsione e di usura, il numero di sportelli bancari e il rapporto tra sofferenze ed impieghi registrati negli istituti di credito.
La scelta di questi indicatori deriva del desiderio, espresso dal segretario della CGIA di Mestre, Giuseppe Bortolussi, di dimensionare con maggiore fedeltà il fenomeno dell'Usura. Proporzionare l'usura o le estorsioni solo attraverso il numero di denunce, sarebbe stato molto limitativo, in quanto il fenomeno rimane per larga parte sommerso e ne sarebbe uscito un quadro approssimato. Il segretario della Cgia ha indicato tra le cause per le quali molti cadono nella rete degli strozzini, le scadenze fiscali che molti operatori economici non riescono a rispettare. Per i disoccupati o i lavoratori dipendenti, invece, la sono i problemi finanziari che emergono dopo brevi malattie o infortuni, a spingere verso l'usura. Ovviamente la crisi economica e le difficoltà di accesso al credito tramite i canali classici sono condizioni che elevano il rischio del ricorso all'usura.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



RISULTATI TERRITORIALI
L'indice di rischio usura predisposto dalla Cgia mette in luce che nelle aree dove maggiore è la disoccupazione, più alti sono i tassi di interesse, maggiori sono le sofferenze, alti i protesti e dove gli sportelli bancari sono in numero limitato, la situazione è decisamente a rischio. Purtroppo quello che abbiamo appena tracciato sembra l'identikit di alcune zone del Mezzogiorno, come tratteggiato anche dal rapporto Svimez sul Sud Italia .
Fatto 100 l'indice nazionale medio di rischio, infatti, il tasso di usura rilevato in Campania è di 174, 74% in più della Media Nazionale. La Campania risulta, anche per la Cgia, la regione con il più alto indice di rischio usura. Al secondo posto troviamo la Calabria (che nell'indagine Eurispes era al primo posto) con un indice di 144 (44% in più rispetto la media Italia), seguita dalla Puglia con 143 (43% in più della media Italia). Fuori dal podio ancora regioni del Mezzogiorno con la Basilicata con un indice di 137 (37% in più della media nazionale) e la Sicilia di 133 (33% in più della media Italia). Dall'altra parte le regioni meno coinvolte dal fenomeno risultano il Trentino, con un indice di rischio usura pari a 50 (50% in meno della media nazionale), Il Friuli V.G. con 66 (34% in meno della media Italia), il Veneto con 71 (29% in meno della media Italia) e l’Emilia Romagna con 73 (27% in meno del dato medio Italia).
Se si analizza invece il fenomeno usura per numero di denunce registrate, troviamo ancora la Campania in cima alla lista con 87, seguita dalla Lombardia con 44 e la Puglia 38. Sul fronte estorsioni invece, il numero più elevato si è registrato sempre in Campania, con 1201 denunce, seguita dalla Sicilia con 697 e dalla Puglia con 618. 

  [Via: CgiaCgia ]


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE


CREDIT
Si ringrazia l'utente jen_maiserjen_maiser di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed