Venerdi, 24 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Energia TARIFFA BIORARIA: RISPARMI SUI CONSUMI POSSIBILI, MA NON PER TUTTI I CONSUMATORI

TARIFFA BIORARIA: RISPARMI SUI CONSUMI POSSIBILI, MA NON PER TUTTI I CONSUMATORI


biorariasupermoney.gif
http://www.wikio.it
Attivati subito
  • Prec.
  • 1 of 3
  • Succ.
Tariffa Bioraria: Risparmi sui Consumi Possibili, ma non per Tutti i Consumatori | Energia Elettrica | Famiglie |

Dal primo luglio è entrata in vigore per 4,5 milioni di famiglie italiane, la tariffa elettrica bioraria, che, come abbiamo visto, differenzia il prezzo dell'energia per i consumatori in base a delle fasce orarie. Nello specifico l'energia elettrica costa di più quando i costi di produzione dell'energia sono più alti, cioè dalle 8 alle 19 nei giorni feriali, mentre costa di meno la sera, la notte e i festivi. Nel nostro articolo presentavamo come innovativa e corretta questa scelta dei prezzi biorari, sia per creare una maggiore rispondenza dei prezzi ai costi, che per la possibilità delle famiglie di rendere più sostenibili i propri consumi, ed ancora perché questo nuovo sistema permetterà di ridurre 450mila tonnellate di CO2 l'anno. Sul fronte della possibilità di rendere i consumi più intelligenti, spinti dal risparmio, c'è però chi ha qualche dubbio, come l'osservatorio Supermoney .
Secondo Andrea Manfredi, amministratore delegato di Supermoney, le tariffe biorarie porteranno benefici solo a una piccola nicchia di consumatori, tra i quali soprattutto single professionisti che non passano tempo in casa o le coppie senza figli con due lavori a tempo pieno. Una famiglia media di quattro persone, invece , che consuma circa 3500 Kwh, dei quali 400 per il forno elettrico, 300 per la lavastoviglie, 400 per il congelatore, 200 per la lavatrice e non meno di 240 per il condizionatore, non avrebbe vantaggi economici, anzi. Secondo i calcoli dell'osservatorio, una stima normale dei consumi prevede che circa il 70% dell'energia nella fascia alta e di circa il 30% la sera ed il weekend. Con un comportamento accorto, utilizzando lavatrice e lavastoviglie sempre di sera, si può arrivare al 60% durante il giorno ed il 40% la sera e nei weekend. Tuttavia l'uso di una serie di elettrodomestici non può essere differito nel tempo, come il forno per mangiare, il frigo, il congelatore e il condizionatore che rimangono in funzione anche nelle ore più calde dal punto di vista dei costi. Con i prezzi biorari, rispetto al passato questo si tradurrà in un aggravio dei costi di circa 25-30 euro l'anno (5% della spesa totale) per chi cerca di adeguarsi senza stravolgere le proprie abitudini e di 40 euro (7% della spesa totale) per coloro che manterranno le proprie abitudini. Ricordiamo che le due fasce di prezzo per i primi 18 mesi avranno una differenza dei costi del 10%, mentre successivamente, esaurita la fase transitoria, i prezzi rispetteranno integralmente i costi dell'energia.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Secondo Supermoney (ma anche secondo altri, comprese le varie authority) il vero problema del mercato è la mancata concorrenza nel mercato dell'energia. Confrontando il mercato dell'energia (va anche peggio per quello del Gas ) con altri mercati liberalizzati come quello della telefonia o delle assicurazioni rc auto, si osserva che la scelta della tariffa tra le varie offerte può permettere nel primo caso un risparmio anche del 70%, nel secondo del 60%, mentre per l'energia elettrica il risparmio si ferma al 4%


L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA OBBLIGA NOVE SOCIETÀ A RISPETTARE GLI IMPEGNI INFORMATIVI
Abbiamo visto come l'Autorità per l'energia abbia previsto che le famiglie siano informate con tempestività circa l'entrata in vigore delle tariffe biorarie. Nello specifico i clienti devono essere informati con un preavviso di almeno 6 mesi, ricevendo anche specifiche note informative individuali allegate alle tre bollette precedenti l'inizio dell'applicazione dei prezzi biorari.
Per violazione di questi obblighi l'Autorità per l'Energia 'Autorità
per
l'Energia ha intimato a nove società ( AceaElectrabel Elettricità S.p.A, Iride Mercato S.p.A., Trenta S.p.A., Hera Comm S.r.l., ASM Energia e Ambiente S.r.l., Azienda energetica S.p.A. Etschwerke ag, Enia Energia S.p.A., AcegasAps Service S.r.l. e A2A Energia S.p.A.) di provvedere a rispettare detti obblighi, provvedendo anche ad avviare procedimenti per l'irrogazione di sanzioni nei confronti delle stesse società. Se queste non provvederanno a rispettare l'intimazione, dovranno provvedere alla restituzione di eventuali maggiori addebiti dovuti all'irregolare applicazione dei prezzi biorari.

  [Via: SupermoneySupermoney ]


 

 

RSORSE
L'utilizzo di dispositivi taglia stand by,  può portare ad un  risparmio del 10%, così pure l'ottimizzazione nell'uso di elettrodomestici comuni quali frigorifero, lavatrice,lavastoviglie , televisore e condizionatore.

 

ALTRE RISORSE:


CREDIT
Si ringrazia l'utente Montanaro Maurizio™Montanaro
Maurizio™ di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Eolico

impiantoeolico

Rinnovabili 

eolico

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed