Sabato, 25 Ottobre 2014

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News ENERGIE RINNOVABILI: IN ARRIVO INCENTIVI A PROGETTI PILOTA PER LO SVILUPPO DELLE SMART GRIDS

ENERGIE RINNOVABILI: IN ARRIVO INCENTIVI A PROGETTI PILOTA PER LO SVILUPPO DELLE SMART GRIDS


smargridauthority.gif
http://www.wikio.it
Attivati subito
  • Prec.
  • 1 of 3
  • Succ.
Energie Rinnovabili: in Arrivo Incentivi a Progetti Pilota per lo Sviluppo delle Smart Grids | Autorità per l'Energia e il Gas |

Recentemente abbiamo analizzato il rapporto 2010 di Legambiente sui Comuni rinnovabili, ovvero sullo stato di "penetrazione" degli impianti che producono energia da fonti rinnovabili nei comuni italiani. Lo scenario descritto fu tutto sommato soddisfacente, sebbene la strada da percorrere verso una maggior indipendenza energetica dalle fonti fossili sia ancora molto lunga. Uno degli aspetti critici delle fonti rinnovabili è senza dubbio la variabilità in rapporto all'efficienza di fonti come l'eolico (soprattutto) e il solare, soggette ovviamente all'instabilità delle condizioni climatiche. Può accadere allora che la rete elettrica non sia in grado di assorbire i picchi di energia prodotta ad esempio da impianti eolici in giornate particolarmente ventose, col risultato di dover in qualche modo sprecare l'energia elettrica prodotta. A questo tipo di problemi si può ovviare introducendo le cosiddette smart grids, ovvero reti elettriche “intelligenti” in grado di distribuire  in modo dinamico ed in tempo reale eventuali surplus di energia da una zona all'altra. Senza l'utilizzo di questi sistemi l'efficienza di tutto il sistema energetico delle rinnovabili è "molto" limitata, soprattutto al crescere delle istallazioni.
Per questa ragioni L'Autorità per L'Energia Elettrica e il Gas ha deciso (finalmente) di incentivare alcuni progetti pilota per lo sviluppo delle smart grids. L'obiettivo è quello di rendere efficiente l'uso delle risorse e degli impianti rinnovabili, migliorando l'interazione tra produttori e consumatori e bilanciando con flessibilità, la produzione e la domanda di energia elettrica nelle varie zone. In particolare il provvedimento contenuto nella delibera Arg/elt 39/10Arg/elt
39/10 consentirà
di incentivare in modo selezionato, attraverso una specifica remunerazione tariffaria, gli investimenti sulle reti e l'installazione di sistemi di misurazione intelligenti (smart metering), essenziali per la promozione delle smart grids. Nel provvedimento sono definiti i criteri e la procedura di selezione per i progetti pilota attraverso i quali ci si propone di sperimentare :

  • nuovi sistemi di controllo della qualità del servizio

  • il comportamento delle reti in presenza di un numero elevato di piccoli impianti di produzione e un quantitativo di energia prodotta superiore al fabbisogno

  • Sistemi avanzati di comunicazione bidirezionale con gli utenti della medesima rete, per instaurare con essi un canale di comunicazione proattivo

  • inserimento di sistemi di accumulo per la regolarizzazione dei flussi energetici.

Collegamenti Sponsorizzati

Questo provvedimento dell'Autorità per l'Energia e il Gas si inserisce in un ampio contesto regolatorio che ha le sue radici in Europa e si propone la promozione e lo sviluppo di reti di trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica, a vantaggio dei consumatori e dell'ambiente. “La diffusione e sviluppo delle smart grids e di contatori intelligenti (smart metering), sono temi al centro del dibattito in tutta Europa, anche alla luce della recente Direttiva anche in Europa, soprattutto alla luce della recente Direttiva 2009/72/CEDirettiva
2009/72/CE sul  mercato interno dell'energia elettrica” , come sottolinea il presidente dell'Autorità Alessandro Ortis.
Ricordiamo in chiusura che smart grid e super grid sono gli elementi essenziali dello schema sviluppato da GreePeace, per coprire il 90% del fabbisogno di elettricità dell'Europa tramite fonti rinnovabili . In questo schema, che vi invito a leggere, Greenpeace ipotizzava che il progetto (che coinvolge anche il Nord Africa) sarebbe finanziabile con un aumento delle bollette elettriche europee di circa 0,15 centesimi di euro per kilowattora nei prossimi 40 anni.

[Via: Autorità per l'Energia e il GasAutorità per l'Energia e il Gas ]
CondividiCondividi

 

RISORSE:


Energie Rinnovabili: in Arrivo Incentivi a Progetti Pilota per lo Sviluppo delle Smart Grids | Autorità per l'Energia e il Gas |

CREDIT
Si Ringrazia l'utente  Ian MuttooIan
Muttoo di flickr per l'immagine


 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed