Lunedi, 9 Dicembre 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News UN METODO PER RICICLARE I REGALI DI NATALE

UN METODO PER RICICLARE I REGALI DI NATALE


Regali di Natale, foto flickrHo cercato di ritardare il più possibile questo momento, accampando nella mia mente scuse più o meno plausibili, ma, ahimé, è giunto anche per il sottoscritto il momento di ingoiare la pillola e parlare del Natale. Sia chiaro, non ho nulla contro questa festività, tuttavia il marketing più bieco che ci viene propinato di questi tempi, riesce a mettermi davvero di cattivo umore. Emozioni personali a parte, c'è un aspetto di questa corsa ai regali che viene spesso sottovalutato, ma al quale andrebbe dedicato ampio spazio. Vi dice niente la sigla "Comieco" ? No, niente paura, non si tratta di una nuova marca di abbigliamento e nemmeno di una inedita fragranza di profumo, ComiecoComieco è la sigla del Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica. Questi signori, insomma, si occupano, attraverso un'attenta opera di prevenzione ( progettazione dell'imballaggio) e di sviluppo della raccolta differenziata, del raggiungimento degli obiettivi di riciclo dei rifiuti di imballaggi cellulosici, fissati dall' UE . Capite benissimo come per il Consorzio, il Natale sia un periodo critico. Visto l'ammontare dei rifiuti cartacei (carta e cartone) prodotti. Giusto per farvi un'idea, sappiate che se ogni italiano destinasse al bidone della carta almeno una confezione di profumo o la scatola vuota dei cioccolatini, si potrebbero recuperare oltre 6000 tonnellate di rifiuti da imballaggio,la quantità che una città come Bolzano, ai vertici tra le città più vivibili, ricicla in circa un intero anno. Che fare allora? Evitiamo i regali? Seppure per molti, me compreso, questa potrebbe essere un'ottima idea, Comieco, in collaborazione con Barilla, Perfetti, Sterilgarda e Zuegg, ha predisposto una lista di 10 consiglilista di 10 consigli per riciclare gli imballaggi di carta e carbone di regali e alimenti.

Collegamenti Sponsorizzati

Vediamo quali sono i dieci punti:

  1. La raccolta differenziata non riguarda solo la carta da regalo. Anche gli imballaggi di cartone fanno parte della stessa famiglia: dalle scatole dei giocattoli alle confezioni di spaghetti, di dolciumi e ai cartoni per bevande.
  2. Non aspettare a riporre gli imballaggi di carta e cartone nei raccoglitori. In tanti Comuni il servizio è organizzato per il ritiro già dal 26 dicembre. Dai una soddisfazione agli operatori della raccolta!
  3. Riponi carta, cartone e cartoncino negli appositi contenitori: blu, bianchi o di altro colore, l'importante è che sia scritto ben chiaro ‘CARTA E CARTONE'!
  4. Rompi le confezioni più grandi e non lasciarle fuori dai contenitori. Faciliterai il lavoro degli operatori di raccolta: è Natale anche per loro!
  5. Le confezioni natalizie sono spesso realizzate con più materiali: fai una corretta selezione, togliendo etichette adesive, punti metallici e altri materiali come la plastica. La loro presenza rende più difficile il riutilizzo di carta, cartone e cartoncino.
  6. Materiali con residui di cibo non vanno nel contenitore di carta, cartone e cartoncino, ma nell'indifferenziato. Usare materiali puliti vuol dire maggiore qualità del prodotto finale.
  7. I bambini sono i veri protagonisti del Natale. Vanno quindi coinvolti nel recupero della carta e cartone dei loro regali: ed anche il gesto del riciclo può diventare un gioco!
  8. Coinvolgi i vicini nella raccolta: davanti ai cassonetti possono nascere le amicizie più durature!
  9. Non abbandonare carta, cartone e cartoncino fuori dai contenitori. Esistono già abbastanza discariche: non creiamone di nuove!
  10. Aiutaci ad educare i giovani spiegando i benefici della raccolta differenziata

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed