Venerdi, 15 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Famiglia CANONE RAI: ANCORA NULLA PER GLI ANZIANI OVER 75, MA I PENSIONATI POSSONO PAGARLO A RATE

CANONE RAI: ANCORA NULLA PER GLI ANZIANI OVER 75, MA I PENSIONATI POSSONO PAGARLO A RATE


canoneraipensio75.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Canone Rai: Ancora Nessun Rimborso per gli Anziani Over 75, ma i Pensionati Possono Pagarlo a Rate | Consumatori | Finanziaria |

Certe cose alla Rai cambiano certe cose invece non cambieranno mai. In questi giorni si fa un gran parlare in merito alla possibile introduzione, nei titoli di coda dei programmi, dei compensi dei conduttori e degli opinionisti e dei costi dei format dei programmi. L'emendamento (rivoluzionario per certi versi) che prevede l'introduzione della trasparenza dei costi del servizio pubblico è stato approvato dalla Commissione di Vigilanza Rai all'unanimità con i voti di maggioranza e opposizione. Quello che invece non sembra cambiare è il lassismo di Governo e Rai per quanto riguarda l'applicazione della norma prevista dall'articolo 1, comma 132, della legge n. 244 del 24 dicembre 2007 (legge finanziaria 2008) che prevede l'esonero dal pagamento del canone raiper gli anziani con più di settantacinque anni. Da due anni la Rai continua a sostenerecontinua
a sostenere che il “diritto all'esenzione di coloro che ne faranno richiesta, verrà accertato non appena saranno emanate le istruzioni necessarie dall'Autorità' competente”. Come già dicemmo a gennaio, "mancherebbe" ancora insomma il decreto attuativo per l'esonero dal canone Rai.
Possibile che non si sia mosso nulla in tutto questo tempo? Non proprio. Si può dire che qualcosa è cambiato, con l'approvazione della recente manovra economica, ma non per gli anziani con più di 75 anni per cui l'esonero ancora non si vede, ma per le modalità di pagamento del canone che riguardano i pensionati. Infatti al comma 8 dell'articolo 38 si legge che i pensionati con reddito annuale inferiore a 18mila euro potranno pagare il canone (109 euro attualmente) a rate senza interessi. Un provvedimento dell'Agenzia delle entrate dovrebbe (sempre meglio usare il condizionale) chiarire termini e modalità, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge. [UPDATE: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate è stato emanato, ne trovate un riassunto a questo indirizzo ] Nel testo approvato si legge che le rate potranno essere massimo undici a partire dal mese di gennaio, mentre le richieste da parte dei pensionati dovranno provenire entro il 15 novembre dell'anno precedente a quello cui si riferisce l'abbonamento Rai. In caso, poi di cessazione del rapporto, l'ente pensionistico provvederà a comunicare al contribuente o ai suoi eredi gli importo residui da versare.

 

LO STRANO CASO DELL'ESONERO DAL CANONE RAI PER GLI OVER 75

Come abbiamo visto la Rai continua a sostenere la non applicabilità dell'esonero dal pagamento del canone per gli over 75enni, in quanto manca il decreto attuativo. Un'interrogazione parlamentare del 9/03/2010 ha però definito in modo diverso la questione. Il sottosegretario all'Economia, Daniele Molgora ha infatti chiarito che la disposizione normativa di cui all'articolo 1, comma 132, della legge n. 244 del 24 dicembre 2007 è stata modificata dal comma comma 2-bis dell'articolo 42 del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248. Questo comma oltre ad aver soppresso il limite massimo di 500mila euro annui a copertura degli esoneri, ha anche eliminato l'ultimo periodo del comma 132 che prevedeva proprio l'emanazione di un decreto del Ministero dell'economia e delle finanze recante l'indicazione delle modalità attuative dell'esonero dal pagamento del canone per gli anziani ultra 75enni.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Ciò significa che il quadro normativo attuale non necessità di ulteriori emanazioni di decreti attuativi per l'esonero dal pagamento del canone. A questo punto non si spiega perché la Rai continui a far finta di niente e non applica il principio della trasparenza anche su queste questioni, sicuramente più concrete per il paese. Il resoconto completo dell'interrogazione parlamentare, seduta 296 del 9-marzo-2010 è disponibile al seguente indirizzoseguente indirizzo


COSA FARE
E' importante capire che per chi percepisce un reddito di poco superiore ai 500 euro al mese, l'esonero dovuto dal pagamento del canone Rai può fare già  una discreta differenza. Per questa ragione l'Aduc invita i consumatori ad inviare una raccomandata A/R di messa in mora, in cui intimare il rimborso delle imposte pagate e non dovute, degli degli interessi legali maturati sulle stesse e dei danni subiti (da quantificare al centesimo).  Sul sito dell'associazione è disponibile un fac simile con tutte le istruzioni per richiedere il rimborso
fac simile con tutte le istruzioni per richiedere il rimborso

 

UPDATE
A questo indirizzo potrete trovare le modalità e i requisiti redatti dall'Agenzia delle entrate per richiedere l'esonero dal pagamento del canone Rai e l'eventuale rimborso per quanto pagato nel 2008-2009-2010

 

 

   


 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 

BOX MANOVRA ECONOMICA:

 

ALTRE RISORSE:

CREDIT
i ringrazia l'utnet Brandon KingBrandon
King di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed