Venerdi, 19 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Aprire una SRL Limited in Inghilterra o Irlanda per Risparmiare Sui Costi di Start Up

Aprire una SRL Limited in Inghilterra o Irlanda per Risparmiare Sui Costi di Start Up


londonbridge0703.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Burocrazia e carico fiscale sono i due elementi che rendono difficile svolgere un'attività di impresa in Italia. Secondo lo studio "Paying Taxes 2011", realizzato dalla Banca mondiale in collaborazione con la PriceWaterhouseCoopers (PWC), l'Italia è il primo Paese nell'Unione europea per quanto riguarda il carico fiscale delle imprese, con un valore pari al 68,6% (TTR Total Tax Rate), contro un livello medio del 44,2%. Inoltre la burocrazia in Italia richiede un tempo complessivo di 285 ore l'anno per effettuare i pagamenti richiesti (15), molto più che ad esempio in Francia (134 ore) o nel Regno Unito (110 ore).
Esistono diverse soluzioni per sfuggire a questi limiti strutturali del sistema fiscale italiano, ma sebbene siano tutte bene o male praticabili, il rischio di incorrere in qualche reato fiscale è quantomai elevato.
Una possibilità per risparmiare teoricamente tempo e denaro, quantomeno per quanto riguarda l'avviamento di un'impresa, però esiste ed è garantita dagli articoli 43 e 48 del Trattato CE, oltre che più volte ribadita da sentenze della Corte di Giustizia Europea. In sostanza le disposizioni comunitarie consentono alle società costituite nei Paesi membri dell’Unione Europea di operare liberamente in ogni altro Paese membro, restando assoggettate alla legge del Paese di origine (c.d. libertà di stabilimento). Ciò significa che un imprenditore può scegliere la forma giuridica con cui esercitare la propria attività d'impresa anche pescando al di fuori del proprio ordinamento nazionale, ad esempio in quello di un altro Paese Ue.
Tra i diversi tipi societari disponibili nell’Unione Europea, quelli che offrono maggiori vantaggi in termini di costo e semplicità di gestione sono sicuramente le S.r.l limited di diritto Inglese o Irlandese. Aprire una di queste società è piuttosto semplice, così come semplice è successivamente aprire una sede secondaria in Italia, che diventerà quella operativa.


VANTAGGI DI UNA LIMITED
i vantaggi riguardano diversi ambiti, vediamo quelli più interessanti rispetto ad un società a responsabilità limitata italiana

  • CAPITALE SOCIALE: in una limited è richiesto un capitale sociale di una sterlina contro 10 mila euro di una srl

  • COSTI NOTARILI: in una limited non sono previsti costi notarili né per la costituzione, né per ogni altro momento di modifica della società (es cessione di quote, cambio di statuto) a differenza delle srl itlaiane
  • TEMPI DI COSTITUZIONE: per una limited basta un giorno a differenza di quanto accade in Italia dove i tempi sono decisamente più lunghi
  • NESSUN LIMITE ALL'OGGETTO SOCIALE: nelle limited non occorre l'indicazione dell'oggetto sociale
  • BILANCI: il diritto inglese permette a questo genere di società di non dover pubblicare bilanci annuali in assenza di fatturato

Esistono poi degli altri vantaggi, meno limpidi per quanto riguarda le limited come la possibilità di essere un socio anonimo oppure quella di poterla aprire anche se in passato si è stati dichiarati falliti in Italia.


QUESTIONI FISCALI
La tassazione inglese (o irlandese) è più favorevole rispetto a quella italiana, tuttavia se la nostra limited svolge la sua attività esclusivamente (o quasi) in Italia, ricadrà nel diritto italiano e dovrà pagare le tasse sul reddito in Italia.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Per cui un limited formata da soci italiani, con sede legale nel Regno Unito o in Irlanda, ma amministrata in Italia, è da considerarsi fiscalmente residente nel nostro Paese. In ogni caso i trattati sottoscritti da Italia e Regno Unito contro le doppie imposizioni impediscono che un soggetto residente in uno dei due paesi ed operante nell’altro possa essere tassato due volte per la stessa attività.
Lo stesso dicasi per l'Iva, per cui nel caso la Limited sia fiscalmente residente in Italia, sarà soggetta alle stesse norme di una Srl italiana.


A CHI CONVIENE E COME FARE
Ovviamente la costituzione di una limited conviene soprattutto a chi svolge attività nel campo dei servizi, ma i risparmi in termini di tempo e costi di start up sono validi per tutti. Per aprire una limited generalmente non occorre recarsi in Inghilterra o Irlanda ma basta rivolgersi ad una delle tante società di consulenza che svolgono questo genere di operazioni in Italia. In questi caso il consiglio è di chiedere più preventivi ed anche il parere di un commercialista italiano. In chiusura ricordiamo che la tra i costi di gestione andranno considerati anche quelli per la tenuta della contabilità in Inghilterra (o in Irlanda) che però sono decisamente inferiori rispetto a quelli italiani.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed