Venerdi, 6 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro BUONI LAVORO: I VOUCHER SI DIMOSTRANO UNA BUONA SOLUZIONE PER REGOLARIZZARE I LAVORI STAGIONALI

BUONI LAVORO: I VOUCHER SI DIMOSTRANO UNA BUONA SOLUZIONE PER REGOLARIZZARE I LAVORI STAGIONALI


voucher7millioninps.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Buoni Lavoro: i Voucher si Dimostrano una Buona Soluzione per Regolarizzare i Lavori Stagionali | Inps | Giovani |

L'Inps ha diramato i dati relativi alla vendita dei buoni lavoro nel 2010, aggiornati alla fine di luglio. Secondo l'ente pensionistico in questi sette mesi sono stati venduti ben 7,3 milioni di voucher lavoro, dimostrando che il meccanismo è apprezzato dai datori di lavoro e dalla stessa forza lavoro. Va sottolineato come al buon andamento delle vendite dei voucher abbia contribuito anche il fatto che da aprile, in sei regioni in via sperimentale, i buoni lavoro sono reperibili e incassabili anche nei tabaccai. Secondo i dati forniti dall'Inps, infatti, in solo due mesi sono stati venduti ben 59mila voucher nelle tabaccherie.
Dall'analisi dei dati territoriali emerge come il maggior numero di vendite dei voucher sia stato effettuato in Veneto con il 18% del totale dei buoni lavoro, seguito dall'Emilia Romagna con il 14%, dalla Lombardia con il 13%, fuori podio Piemonte con il 12% e il Friuli con il 10%.
Positivi i dati relativi a giovani, i più colpiti dal calo occupazionale dovuto alla crisi, ma che sembrano trovare nei buoni lavoro una soluzione valida per risolvere almeno temporaneamente (o per brevi periodi) il problema del lavoro.
Secondo l'Inps il 22% dei prestatori d'opera retribuiti con i voucher sono giovani under 25, mentre se consideriamo anche quelli dai 25 anni in su la percentuale sale al 29%. Elevato anche il numero di lavoratori ultra sessantenni, che costituiscono il 49% della forza lavoro retribuita con i voucher. Proseguendo nell'analisi dei dati dei buoni lavoro si scopre come quasi 7 lavoratori su 10 siano uomini (68% uomini, contro 32% donne) mentre la componente straniera copre il 9% del totale dei prestatori d'opera.
Per quanto riguarda i settori di maggior utilizzo dei buoni, a farla da padrone è sempre l'agricoltura che assorbe il 34% dei voucher venduti, seguita dai settori del commercio e dei servizi con entrambi circa l'11% dei buoni lavoro venduti e dal turismo con il 5%. In questi ultimi tre settori, l'inps fa sapere che sarà aumentata per tutto il periodo estivo l'attività di vigilanza e verifica soprattutto per le aziende a carattere stagionale ( es spettacoli estivi, locali notturni, villaggi vacanze, stabilimenti balneari ecc.).
Il motivo di questa decisione è evitare che il ricorso ai buoni lavoro non costituisca un alibi per i datori di lavoro per destrutturare il lavoro, utilizzando questa soluzione come via per arginare altre forme di lavoro regolari in precedenza usate.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


L'obiettivo dei buoni deve essere, infatti, quello di far emergere il lavoro nero soprattutto nei settori caratterizzati da stagionalità. Per questi motivi, a nostro giudizio questa azione di maggior vigilanza andrebbe estesa anche all'agricoltura, soprattutto durante la vendemmia.
Ricordiamo in chiusura che un secondo “rischio” del meccanismo dei voucher è che non rappresentano una paga oraria, ma un pagamento della prestazione, senza riferimento alla quantità di lavoro. Per questo motivo per evitare di essere sfruttati è indicato concordare chiaramente i termini del pagamento con il datore di lavoro.


IL MECCANISMO DEI VOUCHER IN SINTESI
I buoni lavoro sono acquistabili dal datore di lavoro a 10 euro per ciascun voucher e in multipli da 20 e 50 euro. Questi strumenti di pagamento contengono per il 75% la paga del lavoratore e per il rimanente 25% un quota da destinarsi a copertura dei contributi INPS e Inail.
Il datore di lavoro può acquistare i buoni sul sito dell'Inps, o attraverso il contact center 803164) il cui corrispettivo sarà accreditato al lavoratore su una carta magnetica e potrà essere riscosso presso gli uffici postali o presso gli sportelli bancomat. Oppure il voucher potrà essere acquistato in modalità cartacea presso gli uffici Inps o in quelli postali.

[Via: InpsInps ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente VinoFamilyVinoFamily di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed