Giovedi, 5 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Istat: Aumentano in Italia Esportazioni ed Importazioni, ma il Saldo Rimane Sempre Negativo

Istat: Aumentano in Italia Esportazioni ed Importazioni, ma il Saldo Rimane Sempre Negativo


cargo2304.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo i dati forniti dall'Istat, in Italia crescono sia le esportazioni che le importazioni. Nello specifico i dati relativi all’incremento registrato nel confronto tra il primo trimestre del 2010 e quello del 2011 evidenziano un +23% per quanto riguarda le esportazioni ed un +31,4% per le importazioni. Confrontando invece il mese di marzo 2010 con quello di marzo 2011, le variazioni sono pari rispettivamente a 16,5% ed al 24,2%.
Il valore delle importazioni risulta dunque superiore a quello delle esportazioni: mentre per quest’ultime il giro d’affari è stato pari a 14.377 milioni di euro nello scorso marzo 2011, l’import è ammontato complessivamente a 17.249 milioni di euro. Perciò il saldo risulta negativo sia per quanto riguarda, appunto, il mese di marzo (-2.871 milioni di euro), sia nel primo trimestre del 2011 (-11.389 milioni di euro).
La crescita tendenziale si mantiene su tassi notevoli, pur se inferiore a quelli registrati nei mesi precedenti: +24,2% per le importazioni e +16,5% per le esportazioni.
Per quanto riguarda le esportazioni, nel confronto tra il primo trimestre del 2010 e ed il primo trimestre del 2011, si è verificato un incremento del +20,4% per quanto riguarda i beni di consumo (+19,8% per i beni durevoli e +20,6% per quelli non durevoli). Ancor più netti gli incrementi delle esportazioni di beni strumentali (+21,5%), di prodotti intermedi (+24,5%), e soprattutto di energia (+38,0%).
Nell’ambito delle importazioni, l’incremento per i beni di consumo è stato pari a +17% (+3,4% per i beni durevoli e +19,1% per i beni non durevoli), in crescita anche i beni strumentali (+19,9%), l’energia (+24,3%) e soprattutto i prodotti intermedi (+62,3%).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nel confronto tra il primo trimestre del 2010 ed il primo del 2011, il saldo risulta positivo per i beni di consumo durevoli, con +1.092 milioni di euro, e per i beni strumentali, con +7.847 milioni di euro. È negativo invece in tutte le altre categorie, ovvero beni di consumo non durevoli (-779 milioni di euro), prodotti intermedi (-4.124 milioni di euro), ed energia (-15.425 milioni di euro).
Nel mese di marzo, i Paesi verso cui le esportazioni sono aumentate nella maniera più consistente sono stati la Turchia (+40,4%), la Svizzera (+35,5%), la Cina (+32,7%), il Giappone (+30%) e la Russia (+25,4%). Più contenuta la crescita delle esportazioni verso gli Stati Uniti (+15%), mentre sono in netta diminuzione le vendite verso i paesi OPEC (-13,5%).
Quanto alle importazioni, la crescita più significativa registrata a marzo 2011 è quella dei paesi EDA (+47,4%), seguita dall’India (+38,4%), dai paesi Mercosur (+30,7%), dai paesi ASEAN (28,7%), dagli Stati Uniti (+28,5%) e dalla Cina (26,3%).

[Via: IstatIstat ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


CREDIT
Andrew Albertson
Andrew
Albertson
by flickr



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed