Sabato, 25 Gennaio 2020

Back ECONOMIA Categorie Lavoro LA CRISI NON RISPARMIA I PROFESSIONISTI, NEL 2010 FATTURATO -39% E CHIUSURA PER UNO STUDIO SU CINQUE

LA CRISI NON RISPARMIA I PROFESSIONISTI, NEL 2010 FATTURATO -39% E CHIUSURA PER UNO STUDIO SU CINQUE


professiocontricrisi0610.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

La crisi economica ha creato pesanti strascichi nel mondo lavorativo italiano, tanto che secondo alcune stime dall'inizio della crisi nel nostro paese si è registrato una media di 500 nuovi disoccupati al giorno. Tra le tipologie di soggetti più colpiti, troviamo nell'ordine gli stranieri, con un percentuale del 27,4% dei nuovi disoccupati, i giovani (23%) e le donne (19,2%).
Ma se ai lavoratori dipendenti la crisi ha creato pesanti ripercussioni sociali, fatta salva la scialuppa della cassa integrazione anche i professionisti non ridono di certo. Secondo l'Associazione Contribuenti Italiani, infatti, Veterinari, avvocati, sociologi, giornalisti, medici, dottori commercialisti e biologi hanno registrato un calo del 39% del fatturato e nel 20% dei casi hanno dovuto chiudere lo studio professionale.
Una crisi, quella degli studi professionali, che appare ancora più grave se paragonata con la situazione europea. Infatti, secondo i dati presentati dall'associazione, nei primi 8 mesi del 2010 in tutti i principali Paesi europei si registra una ripresa: in Francia cresce il fatturato del 4,1%, in Inghilterra del 3,2%, in Germania del 2,9% , in Spagna del 2,2%, in Olanda del 2,1% e in Svezia dell'1,7%. In Italia, invece, la ripresa delle professioni che fanno da supporto ( e traino ) dell'economia stenta a partire.
Contribuenti.it ha svolto un'indagine in tal senso incrociando i dati del fatturato, delle prenotazione, dell'occupazione e delle forniture professionali in Italia. Dai risultati emerge che il settore giuridico-economico (avvocati e dottori commercialisti) è uno dei più colpiti dalla crisi, con una riduzione del 46% del fatturato, del 38% delle prenotazioni,del 20% in termini di 'occupazione e del 59% nelle forniture professionali.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Anche settore medico (veterinari, medici e biologi) che rappresenta un altro comparto di punta del lavoro professionale, mostra tutti gli indicatori negativi. Il fatturato globale, nei primi 8 mesi del 2010, fa segnare una contrazione del 37%, in calo anche prenotazioni (-41%), occupazione, (-24%) e forniture professionali (-51%). Male anche il settore della comunicazione (sociologi e giornalisti) con un calo del 36% in termini di fatturato, del 29% per le prenotazioni, del 26% per quanto riguarda l'occupazione del 52% per le forniture professionali.
Nel commentare i dati, il presidente dell'Associazione Contribuenti ItalianiAssociazione Contribuenti Italiani , Vittorio Carlomagno, chiama in causa il Governo, chiedendo che vengano previsti anche per i lavoratori autonomi gli ammortizzatori sociali e tutte le misure straordinarie, come il credito d’imposta sugli acquisti e il bonus occupazione per chi assume.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 


CREDIT
Si ringrazia l'utente jon_a_rossjon_a_ross di flickr per l'immagine

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed