Martedi, 19 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Lavori Usuranti: Ecco Quali Categorie di Lavori Danno Diritto al Pensionamento Anticipato

Lavori Usuranti: Ecco Quali Categorie di Lavori Danno Diritto al Pensionamento Anticipato


fonderia3005.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Il 26 maggio scorso è entrato in vigore il dl n.67 del 21-04 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n 108. del 11/05/11), che riguarda le nuove regole sulla pensione dei lavoratori che svolgono “lavori usuranti”.
Come abbiamo visto nel nostro articolo precedente, la nuova legge riconosce il diritto al pensionamento anticipato (tre anni) a particolari categorie di lavoratori che hanno svolto per almeno 7 degli ultimi dieci anni, attività lavorative usuranti. Per le pensioni aventi decorrenza dal 1° gennaio 2018, il requisito temporale minimo per aver diritto al pensionamento anticipato passa a metà della vita lavorativa del lavoratore.
Questa legge è nata per differenziare le varie tipologie di lavoro e riconoscere un beneficio a coloro che svolgono alcune professioni che mettono maggiormente alla prova la salute fisica e psicologica.
Vediamo dunque quali sono i lavori usuranti per i quali è possibile richiedere il prepensionamento.

LAVORI USURANTI

  1. Gli addetti alle lavorazioni di cui all'articolo del del decreto del 19 maggio 1999 del Ministero del lavoro ovvero:

  • Lavori in galleria, cava o miniera: mansioni svolte in sotterraneo con carattere di prevalenza e continuità;
  • lavori nelle cave: mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e ornamentale;
  • Lavori nelle gallerie: mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento con carattere di prevalenza e continuità;
  • lavori in cassoni ad aria compressa;
  • lavori svolti dai palombari;
  • lavori ad alte temperature: mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione, quali, a titolo esemplificativo, quelle degli addetti alle fonderie di 2ª fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti a operazioni di colata manuale;
  • Lavorazione del vetro cavo: mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio;
  • lavori espletati in spazi ristretti, con carattere di prevalenza e continuità e in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte continuativamente all’interno di spazi ristretti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture;
  • lavori di asportazione dell’amianto : mansioni svolte con carattere di prevalenza e continuità
  1. lavoratori dipendenti notturni (a turni per i quali sono necessari un numero minimo di giorni lavorati notturni all’anno non inferiore a 78 per coloro che hanno maturato i requisiti per l’accesso anticipato nel periodo compreso tra il 1° luglio 2008 e il 30 giugno 2009 e non inferiore a 64 per coloro che maturano i requisiti per l’accesso anticipato dal 1° luglio 2009.

  2. I lavoratori notturni che prestano la loro attività per almeno tre ore nell'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino per periodi di lavoro di durata pari all’intero anno lavorativo.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



  1. I lavoratori dipendenti impegnati all'interno di un processo produttivo in serie, contraddistinto da un ritmo determinato da misurazione di tempi di produzione con mansioni organizzate in sequenze di postazioni, che svolgano attività caratterizzate dalla ripetizione costante dello stesso ciclo lavorativo su parti staccate di un prodotto finale. Sono esclusi gli addetti a lavorazioni collaterali a linee di produzione, alla manutenzione, al rifornimento materiali, ad attività di regolazione o controllo computerizzato delle linee di produzione e al controllo di qualità

  2. I conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a 9 posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.


DOMANDA
Il lavoratore interessato ad usufruire del pensionamento anticipato deve trasmettere la domanda relativa e la necessaria documentazione entro:

  • il 30 settembre 2011 qualora abbia già maturato o maturi i requisiti agevolati entro il 31 dicembre 2011
  • entro il 1° marzo dell'anno di maturazione dei requisiti agevolati qualora tali requisiti siano maturati a decorrere dal 1° gennaio 2012.

La domanda che andrà inviata al proprio ente pensionistico deve contenere anche una documentazione che attesti il possesso dei requisiti per ottenere il prepensionamento, sia in termini di qualità delle attività che di tempi.

   

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

CREDIT
rwhgouldrwhgould by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed