Domenica, 19 Agosto 2018

Back ECONOMIA Categorie Lavoro LAVORO: NONOSTANTE LA CRISI IL 26,7% DELLE FIGURE RICERCATE DALLE AZIENDE RIMANE IRREPERIBILE

LAVORO: NONOSTANTE LA CRISI IL 26,7% DELLE FIGURE RICERCATE DALLE AZIENDE RIMANE IRREPERIBILE


confartigiapanelav2410.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

La crisi economica ha creato un grosso deficit occupazionale, con più di 500 nuovi disoccupati ogni giorno ad ampliare l'esercito dei senza lavoro. Una grave falla nel sistema economico che anche nel 2010, produrrà un saldo negativo di circa 180 mila unità. Ci sono però dei lavori, fortemente connessi al Made in Italy che hanno resistito alla crisi, come segnalato recentemente dalla Coldiretti e ci sono anche lavori fortemente richiesti dalle aziende italiane ma difficile reperimento. Secondo uno studio della Confartigianato, sulla base del Rapporto 2010 Excelsior-Unioncamere, infatti, nel 2010 per le aziende italiane sarà difficile reperire il 26,7% delle figure professionali delle quali hanno bisogno. Specificamente a fronte di circa 550 mila nuove assunzioni le imprese avranno difficoltà a coprire oltre 147 mila posti. Si tratta di attività tipicamente artigianali, fa sapere Confartigianato, quali ad esempio installatori di infissi, panettieri, pasticceri, sarti, falegnami e cuochi. La ricerca sottolinea in proposito che su 1500 installatori di infissi necessari alle aziende, ne mancano all'appello oltre l'83 e, allo stesso modo su 1040 panettieri artigianali ricercati, è difficile coprirne il 39,4%. Si tratta di attività che potrebbero essere svolte soprattutto dai giovani, una delle categorie più colpite dalla crisi occupazionali, visto che il 23% dei nuovi disoccupati sono giovani under 24. Non va molto bene nemmeno ai giovani “più anziani, visto che come ricorda Confartigianato nei due anni di crisi i disoccupati nella fascia di età 15-34 sono aumentati complessivamente di 216 mila unità.
Proseguendo con i profili ricercati dalle aziende, Confartigianato sottolinea che manca quasi un terzo (29,1%) dei 1750 gelatai e pasticceri richiesti dalla imprese e anche il 21,9% dei 1960 sarti e tagliatori artigianali ricercati.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Non va meglio per quanto riguarda estetisti e parrucchieri, visto che mancano all'appello il 21% dei profili ricercati, falegnami specializzati (19,8% dei posti vuoti), muratori (13,3% dei posti vuoti) e macellai (10,3% dei posti vuoti). I giovani italiani, dunque, sembrerebbero snobbare sempre di più i cosiddetti “posti in piedi” ovvero quelli connessi comunque ad attività manuali.
L'indagine di Confartigianato ha poi ripreso i dati Istat sul rapporto tra giovani e i tempi e le modalità di inserimento nel mondo del lavoro. Come abbiamo avuto già modo di segnalare le conoscenze di parenti e amici risultano ancora determinanti per l'ingresso del mondo del lavoro del 55,3% dei giovani tra i 15 e i 34 anni. La richiesta diretta al datore di lavoro ha riguardato il 16,6% dei nuovi assunti, mentre il 6,8% è entrato grazie ad inserzioni sulla stampa e ricerca sui portali web.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 


CREDIT
Si ringrazia l'utente Mike SouteMike
Souter di picasa per l'immagine

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed