Venerdi, 23 Agosto 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro NEL TESSILE LOMBARDIA E TOSCANA LEADER IN ITALIA, A MILANO OGNI GIORNO NASCE UN NUOVO STILISTA

NEL TESSILE LOMBARDIA E TOSCANA LEADER IN ITALIA, A MILANO OGNI GIORNO NASCE UN NUOVO STILISTA


outletcresci0401.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Lombardia e Toscana sono le regioni leader del settore Tessile in Italia. A riferirlo è la Camera di Commercio di Milano che ha realizzato un'elaborazione in merito sui dati del registro delle imprese al terzo trimestre 2010 relativi alle sedi di impresa attive. Nelle due regioni hanno sede il 47,9% delle imprese del settore pari a 9009 industrie tessili su un totale di 18816. Nello specifico in Lombardia hanno sede 4856 imprese, il 25,8% del totale, mentre in Toscana risiedono 4153 aziende il 22,1% del totale. La terza regione per numero di imprese nel settore tessile risulta essere il Piemonte con 1642 imprese, pari all'8,7% del totale. Le regioni invece dove la presenza del settore è minore risultano essere, escludendo la Valle d'Aosta, il Molise (59 aziende pari allo 0,3%), la Basilicata (64, pari allo 0,3% e il Trentino Alto Adige (145, pari allo 0,8%). Nel calcolo complessivo delle aziende non vengono solo considerate le industrie tessili in senso stretto, ma anche quelle che preparano filati, quelle che si occupano di filati, della lavorazione a maglia, che si occupano di confezionamento di prodotti tessili (esempio biancheria per la casa) e quelle che si occupano della fabbricazione di prodotti tessili a vari livelli.
A livello provinciale le città in cui il settore è più sviluppato sono Prato con 2482 attività (il 13,2% del totale delle imprese in Italia) e Milano con 1075 attività (il 5,7% del totale italiano). Segue al terzo posto Varese che insidia Milano con 1043 attività, pari al 5,5% del totale italiano. Nelle prime 15 provincie Italiane per numero di imprese si trovano  due città del Sud: Napoli all'ottavo posto con 558 imprese, pari al 3% del totale e Bari al decimo posto con 533 imprese, pari al 2,8% del totale. Cinque città sulle prime quindici risultano Lombarde, tre Toscane, due del Piemonte e due del Veneto.


STILISTI A MILANO
Sempre secondo un'elaborazione della Camera di Commercio di Milano, nella città meneghina nel 2010 è sorta quasi un impresa di creazione e produzione di moda al giorno.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Sono state, infatti, 342 le aziende create, di cui il 20% risulta guidata da un titolare con meno di trent'anni e oltre la metà è guidata da donne. Un settore, che spiega la Camera di Commercio fattura da solo 8 miliardi di euro e dà lavoro a circa 45 mila addetti. Considerando poi anche il settore del commercio al dettaglio, la ricchezza prodotta arriva ad oltre 13 miliardi di euro annuali, il 13% del dato nazionale. Insieme a Milano, in Italia ai primi posti per imprese della moda Napoli e Roma.
In chiusura ricordiamo che secondo l'ultimo aggiornamento dell'indagine Excelsior di Unioncamere , il comparto della moda è uno dei settori industriali in cui si registra il maggiore incremento di assunzioni, soprattutto per quanto riguarda il personale qualificato.

[Via:Camera di Commercio di MilanoCamera di Commercio di Milano ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed