Domenica, 15 Dicembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società PIL DELLE REGIONI: IL CENTRO TRAINA LA RIPRESA DELL'ECONOMIA, MA IL SUD RIMANE SEMPRE PIÙ INDIETRO

PIL DELLE REGIONI: IL CENTRO TRAINA LA RIPRESA DELL'ECONOMIA, MA IL SUD RIMANE SEMPRE PIÙ INDIETRO


pilconfconmmeregio2308010.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Pil Delle Regioni: il Centro Traina la Ripresa dell'Economia, ma il Sud Rimane Sempre più Indietro | ConfCommercio |
Pil Delle Regioni: il Centro Traina la Ripresa dell'Economia, ma il Sud Rimane Sempre più Indietro | ConfCommercio |

L'Ufficio Studi di Confcommercio-Imprese per l’Italia, ha pubblicato oggi gli aggiornamenti dei dati presenti nel Rapporto sulle Economie Territoriali, del febbraio 2010, sul contributo delle Regioni italiane al Prodotto Interno Lordo.
Secondo il rapporto presentato, cresce la ricchezza prodotta dalle Regioni del Centro Italia, diminuisce invece quella prodotta dal Nord Ovest, mentre restano stabili i valori del Mezzogiorno e del Nord Est. Anche il Rapporto dell'Ufficio studi di Confcommercio, conferma i risultati del rapporto Svimez che vedono il Mezzogiorno molto d'Istante dal Nord Italia , in termini di valore della produzione. La produttività media del Mezzogiorno risulta pari al 56,2% di quella del Nord-Ovest. I dati rivelano anche che la regione meno produttiva del Nord, ovvero la Liguria ha un Pil pro capite superiore di un quarto a quello della regione più produttiva del Sud (Abruzzo). Allo stesso modo il Pil pro capite della Regione meno produttiva, cioè la Campania, non riesce ad andare oltre il 50% del reddito medio di quella più produttiva (la Val d’Aosta).
Le regioni con il prodotto pro capite più alto risultano appunto la Val d’Aosta, seguita da Lombardia, Trentino ed l'Emilia Romagna, tutte con valori superiori ai 32mila euro. Sul versante opposto Campania e Calabria risultano le regione con il Pil pro capite più basso, con meno di 17.000 euro.
Secondo la Confcommercio tra il 2008 e il 2011 il Pil del Centro passerà da una quota sul dato nazionale dal 21,6% al 22,1%, oltre un punto in più rispetto al 1995. Questo aumento del valore prodotto è dovuto al peso preponderante del terziario di mercato, le cui performance aggregate sono superiori alla media. Alcune tendenze di sviluppo differenziale si erano reistrate anche negli anni Novanta, presso le Regioni della dorsale adriatica e del Centro, con una crescita media annua del Pil reale nel periodo 1996-2007 di un decimo di punto inferiore a quella del Nord Est (1,6% contro 1,7%).
Nel Rapporto Confcommercio segnala la diminuzione del Pil dovuta al crollo delle esportazioni del biennio 2008-2009, che ha interessato sia le Regioni dell’ex triangolo industriale che quelle maggiormente orientate ai mercati esteri.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Il Mezzogiorno è la zona d'Italia che ha perso di più nel 2008, tuttavia la presenza di molti occupati dipendenti nella Pubblica Amministrazione ha limitato i danni della crisi nel 2009. Anche nel prossimo anno la situazione di crescita del Sud non contribuirà a far diminuire il Gap con il resto del Paese, anzi l'Ufficio Studi della Confcommercio, prevede comunque per il Mezzogiorno tassi di variazione del prodotto lordo inferiori a quelli della media Italia. Secondo la Confederazione delle Imprese le Regioni del Centro, anche il prossimo anno si dimostreranno quelle più vivaci dal punto di vista economico, soprattutto grazie al traino del settore terziario.
A livello generale, il Pil salirà dello 0,7% nel 2010 come indicato anche recentemente dal rapporto Ocse e dell’1% nel 2011.

[Via:ConfCommercioConfCommercio ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente lumaxartlumaxart di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed