Lunedi, 18 Novembre 2019

Back ECONOMIA Categorie Viaggi e Turismo TURISMO: MENO VIAGGI E PERNOTTAMENTI , IN FORTE CALO LE VACANZE BREVI E LE TRASFERTE DI LAVORO

TURISMO: MENO VIAGGI E PERNOTTAMENTI , IN FORTE CALO LE VACANZE BREVI E LE TRASFERTE DI LAVORO


spiaggiavuota1602.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

L'Istat ha diffuso le stime preliminari relative al turismo in Italia nel 2010, con l'analisi del numero dei viaggi, delle modalità e delle caratteristiche delle persone che viaggiano. Come si può facilmente immaginare la crisi economica ha influito pesantemente sulle possibilità di viaggio degli italiani, infatti, i viaggi con pernottamento sono diminuiti del 12,4% rispetto al 2009 e i pernottamenti del 7,8%. Nello specifico rileva l'Istat sono diminuite soprattutto le vacanze brevi (-18,7%) e il numero di pernottamenti per vacanza breve (-18%). I soggiorni di vacanza lunga (ovvero di almeno 4 notti) e i pernottamenti per vacanza lunga invece, si mantengono sostanzialmente stabili. In calo deciso anche i viaggi per motivi di lavoro che subiscono una forte diminuzione, pari al 18,4%, a cui si accompagna anche una riduzione del relativo numero di pernottamenti (-29%). Rispetto al 2009, l'Istat osserva un calo apprezzabile nei viaggi di lavoro intrapresi per svolgere docenze, per adempiere missioni di lavoro o militari, per espletare compiti di rappresentanza, installazione e simili, nonché per partecipare a fiere, mostre o esposizioni. La motivazione principale dei viaggi di lavoro è risultata nel 2010 quella di partecipare a riunioni d’affari (19,5%), seguita dalla necessità di assistere a congressi o eventi simili (16,2%) e da quella di svolgere attività di rappresentanza (16%) . Nel corso del 2010 è diminuito di un punto percentuale anche il numero di persone andate in vacanza in media in un trimestre (dal 28% al 27%), soprattutto per quanto riguarda i residenti del Centro. In generale la percentuale di persone che hanno viaggiato in media in un trimestre sul totale dei residenti è stata del 31,3% al Nord, del 30,4% al Centro e del 19,5% nel Mezzogiorno. A viaggiare di più sono tendenzialmente i giovani e gli adulti. In particolare nel periodo estivo effettua almeno una vacanza il 63% dei bambini under 14, il 55,8% della popolazione di età compresa tra i 25 e i 44 anni e poco più della metà dei giovani tra i 15 e i 24 anni. Gli anziani over 65 viaggiano meno, sia nel trimestre estivo (soltanto il 20,6% effettua almeno una vacanza) che negli altri periodi dell’anno.
In generale è comunque nel periodo estivo che si concentra la maggiore quota di viaggi. In estate, infatti, il 45,8% dei residenti fa almeno una vacanza, il 39,8% almeno una vacanza lunga e l’11,1% almeno una vacanza breve.
Per quanto riguarda le destinazione, calano del 13,4% gli spostamenti con mete italiane, che rappresentano comunque l’81,7% del complesso dei viaggi, con una contrazione più marcata per i viaggi diretti verso le regioni del Centro (- 16,2%) e del Nord (-13,6%).
Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Toscana e Veneto si confermano le regioni italiane più visitate dai residenti. Queste cinque regioni accolgono, complessivamente, oltre la metà degli spostamenti turistici interni, con quote comprese tra il 10,8% dell’Emilia-Romagna e il 6,9% del Veneto.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Per le sole vacanze estive però le mete predilette rimangono quelle del Mezzogiorno, con Calabria in testa (8,7% delle vacanze lunghe in Italia), seguita dalla Puglia (8,6%), dalla Sicilia (7,2%) e dalla Sardegna (7%).
Gli spostamenti verso l'estero risultano stabili ad eccezione di quelli effettuati per motivi di lavoro che risultano in calo del 17,4%. Otto viaggi su dieci effettuati all'estero ha come destinazione una meta europea, con in testa la Spagna che per la prima volta risulta essere il Paese più visitato (15,1% dei viaggi all'estero). Al secondo posto troviamo la Francia con il 14,1%, che precede il Regno unito (7,8%), la Croazia (6,7%) e la Germania (6%).
Per i viaggi di lavoro Germania e Francia si confermano i paesi più visitati con percentuali rispettivamente pari al 15,1% e al 13,2%.
Per quanto riguarda i viaggi extra Ue le mete preferite (soprattutto per le vacanze) risultano l’Egitto (5,2% dei viaggi all’estero) e i paesi del Magreb (Tunisia-Marocco-Algeria, con il 3,9%). Cina (3,7%) e Stati Uniti (2,2%) sono invece le destinazioni più importanti per i viaggi di lavoro.

[Via: IstatIstat ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
[noone]
[noone]
by flickr





blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed