BlogRisparmio.it

Domenica, 22 Settembre 2019

Back HOME About Us Sala Stampa WebRassegna WEBRASSEGNA N 18 SETTIMANA 45

WEBRASSEGNA N 18 SETTIMANA 45


WebRassegnaEccoci giunti alla puntata numero 18 della WebRassegna, la rubrica degli "spunti editoriali" più interessanti della settimana. Apertura dedicata ad un triste episodio di cronaca, la morte del giovane ragazzo Gabriele Sandri, deceduto in circostanze non ancora totalmente chiarite, a causa di un proiettile partito "accidentalmente" dalla pistola di un agente, intervenuto sul posto, per sedare dei tafferugli tra tifosi di fazioni opposte. A quanto sembra, l'ipotesi più probabile pare sia proprio la tragica fatalità! Quello che rimane è l'indubbia amarezza nel vedere un giovane spegnersi, alla fine, per una partita di calcio, o peggio, per quell'aria tesa, ormai irrespirabile che si respira nel mondo del calcio e del tifo organizzato. A margine dei sentimenti di cordoglio rilevo come da un lato non sia possibile lasciare in mano gli stadi e le sorti dell'ordine pubblico alle tifoserie (vedi atalanta-milan) e come, dall'altra parte, ci voglia più decisione da parte del governo del calcio nell'affrontare certe situazioni. Mi rendo conto che a parlare col senno di poi son capaci tutti, ma di fronte al sentore di possibili reazioni pericolose delle tifoserie (vuoi anche per la mancanza di inforazioni), il campionato andava sospeso per tutelare l'ordine pubblico dei cittadini che si recano alla stadio semplicemente per vedere una partita. Al diavolo calendari, diritti tv, soldi e quant'altro, semmai, l'indomani , a bocce ferme, si sarebbe potuto affrontare il problema, magari assumendo decisioni difficili, ma risolutive, circa il divieto delle trasferte organizzate (che forse poco centrano con la morte del povero Gabriele, ma risolverebbero i problemi di scontri tra le tifoserie allo stadio).  Ciao Gabriè..

Collegamenti Sponsorizzati

  • PALERMO, CATTURATI I BOSS LO PICCOLO
    Indipendentemente da possibili defezioni singole, va tutto il mio rispetto ai membri delle forze dell'ordine che spesso sacrificano molto della loro vita, quand'anche la vita stessa,  al fine di assicurare delinquenti alla giustizia. Preso un superboss della mafia, Salvatore lo Piccolo, da molti considerato uno degli eredi di Provenzano e simbolo della nuovo corso della cupola mafiosa. La speranza è che ci sia presto un nuovo giorno per la Sicilia, il meridione e l'Italia intera, in cui nessuno debba pagare il pizzo per poter lavorare e dove la garanzia delle liberta personali, salvaguardata dallo Stato, possa portare a poter scegliere di svolgere un lavoro onesto, per sostenere la propria famiglia.
  • ITALIA, AL VIA I POKER ONLINE
    Sbarca in Italia il Poker Online, ma con riserva, ovvero con profonde limitazioni al fine di garantire la sicurezza dei giocatori. Rimango sempre perplesso, quando leggo i comunicati dell' Aams, in quanto la sicurezza di cui parlano è un concetto che mi risulta un po' vago. Da un lato infatti non capisco come piattaforme online di scommesse e poker sportivo, universalmente riconosciute e accettate (es Betfair-Pokerstars) , possano essere ritenute non sicure per gli utenti. Dall'altra parte, se per sicurezza si intende, invece, la salvaguardia psicofisica dei giocatori d'azzardo, che potrebbero finire in mutande o peggio nella mani di qualche delinquente (leggi usuraio)  sono d'accordo, in quanto il problema esiste ed  è reale, tuttavia non vedo molta differenza tra alcune delle attività vietate e concorsi come il lotto. Anzi una differenza, in realtà, la vedo, molte delle attività vietate, a differenza del lotto, non producono entrate per l'erario italiano.
  • FACEBOOK, CONSIGLI PER L'USO (PRODUTTIVO)
    Dopo un bel articolo introduttivo dello strumento Facebook, Giovy ci riprova con un ottimo seguito in cui spiega come utilizzare al meglio questo importante social network
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed